Che Nutella sarebbe senza pane col ricciolo?

Finalmente è arrivata l'estate. 
Viva il calore, morte alla caloria.
Uno slogan perfetto, se non fosse che ha un piccolo difetto: mi chiamo Zanella e faccio rima con "pane e Nutella".
Ecco il racconto di una mattina - delirante - come tante.


Stamattina sono uscita per comprare il pane integrale.
Lo so: è un'illusione pensare che sia meno calorico di quello normale; ma non è stato questo l'errore fatale. Cercando il caffè sono incappata nell'anta vietata: quella che nasconde cibi super-calorici, etichettati con slogan "lontano dagli occhi, lontano dal cu... ore".

Lei - tentazione pura - m'aspettava immobile nel suo barattolo trasparente da 1 kg: avanzo scomodo d'una Pasqua "da spalmo compulsivo". Perché diciamolo: Nutella - come la malta della migliore qualità - si spiattella bene in qua e in là:

  • cucchiaio - anche se ti consumi la lingua e ciucci forte per scollarla dall'acciaio
  • biscotto - anche se le polverine/ine s'inglobano nel composto e fanno un polverone/one
  • Pandoro/Panettone - anche se non si spalma bene e la mollica fa una palla di neve
  • Colomba - anche se quei granelli di zucchero non ci stanno affatto bene
  • pane - anche se devi scegliere quale comprare.

E io secondo te, che m'accingevo a fare? Ho cercato di allontanare il pensiero.
E devo dire che le controindicazioni da assunzione di Nutella con 40 gradi all'ombra mi hanno dato ottimi spunti; ma - ahimè - anche gli spunti-ni hanno il loro perché.
Indi ho cominciato a tirare fuori luoghi comuni a manetta; sì perché Nutella è il prodotto più "metaforizzato" del mondo brandizzato.
Ci hai mai fatto caso? Se la mangi sei:

  • depresso/a
  • incazzato/a
  • malinconico/a
  • isterico/a
  • fuori controllo/i
  • nostalgico/a
  • infantile/senza "il"
  • vintage

La realtà - core di mamma - è che il ricordo te lo porti dall'infanzia
Arrivi a pensare che sia quasi una droga, tipo Coca Cola che tutto trafora; o che sia circolazione virale, che core di mamma non poteva evitare; o che sia colpa della noce contratta, che Nut con -ella attacca. Fatto sta che al mondo non esiste cosa più bella.

Pane pane, vino al vino... caro amico, io te lo dico: ho ceduto al pane pane, Nutella alla Nutella.
E qui arriva il nocciolo (?) della questione: fetta, ciabatta o pagnotta fresca?
Guarda è una cosa seria, perché ognuno ha le sue abitudini che - si sa - son dure all'al-di-là.

Io sono per la pagnotella fresca di piccole-medie dimensioni stile "pane arabo".
Sì, quella della foto; proprio quella che ho comprato al posto del pane integrale.
Non solo perché pagnotella fa rima con Nutella e pure con Zanella, ma anche perché amo il ricciolo.
Quale mi chiedi? Suvvia, lo conosci bene anche tu:

  1. tagli il pane
  2. spalmi il primo strato d'ingrediente leccornioso, che s'assorbe subito 
  3. spalmi il secondo strato d'ingrediente leccornioso, che scivola sul primo
  4. spalmi il terzo strato d'ingrediente leccornioso, che fuoriesce dal bordo
  5. chiudi le fette di pane
  6. dai il primo morso
  7. guardi soddisfatto 
  8. mastichi impastato
  9. (s)premi la fetta contro fetta
  10. vedi il ricciolo sgorgare come un'onda sulla sponda
  11. lecchi di gusto 
  12. risucchi tutto

Insomma, senza nulla togliere allo slogan del '64 "una delizia da spalmare sulla fetta di pane" o al più recente "Che mondo sarebbe senza Nutella", io dico: "Che Nutella sarebbe senza pane col ricciolo?"


Approfondimenti:
Video cult Nutella - ricetta, storia, Carosello