Vaga voglia di vacanza

Tempo di vacanze.
Ma cosa significa "vacanza"?
E tu come passi questo tempo?




Se quattro è con quarto, cinque è con quinto

Luglio col bene che ti voglio... sono ancora qui a schiattà - tà - tà - tà - tà.
Ecco come abbassare il livello di un post con erudito titolo allitterante.
Ti prego, non farlo mai; anche se tutta la stanza gira intorno a te, come a me in questo momento.
Lo sai, non c'è limite al peggio; ma tu dai sempre il meglio, che così il limite lo trovi da solo.

Il mio limite, per esempio, è stato guardare "Quinta Colonna", il nuovo programma di Canale 5 condotto dal giornalista di Rete 4 Salvo Sottile; sì proprio lui, quello di Quarto Grado. Giustamente se sul quattro era quarto, sul cinque è quinto. Non sia mai che ci scappi un po' di creatività; anzi, che sparisca del tutto questa creatività che smuove le menti delle genti.

Si spazia dalla cronaca nera "sottiliana" al gossip d'ursiano. 
Fortuna che Sveva Casati Modigliani alza il tono della discussione, dando qualche spunto di riflessione; come quello sul concetto di vacanza: si può definire tale una crociera su "enormi mostri d'acciaio" come la Concordia? Non è stressante saltare, ballare, nuotare, mangiare e convivere con altre 5.000 "forme umane" per una o due settimane?
La scrittrice rivolge queste domande al basito Sottile, che cerca di salvarsi la faccia da Salvo; ma lei non cede: è convinta che il concetto di vacanza, o meglio, il suo significato originario si stia perdendo.
Pure io; è proprio così che la penso.


Latin Lover e il significato di "vacanza"

L'italiano è figlio del latino, quindi la maggior parte delle parole hanno DNA simile. So che lo odi e sembra roba da vecchi, ma tu sai che il latino è un perfetto Latin Lover (?) perché "padre di tutte le lingue"; quindi, espatriare non ti servirà a nulla: lo devi affrontare.

"Vacanza" deriva da vacans, participio presente di vacare: essere vuoto, privo, libero. La forma verbale s'intende a livello spaziale, ma anche fisico e mentale; possiamo confermare con altri termini italiani che hanno la stessa radice etimologica:

vacante = libero, non occupato (anche in senso figurato)
vuoto = libero, non occupato (in senso fisico e spaziale)
vacuo = inconsistente, leggero, libero da pensiero, superficiale (anche in senso figurato)
vano = vuoto, inutile, leggero, privo, difettoso (anche in senso figurato)
vasto = vuoto, sgombro, libero (in senso spaziale).


Relax yourself? Concordo sulla Concordia

Che cos'è, quindi, la vacanza?
Un periodo di riposo continuato, in cui si svuota la mente e ci si libera di tutto: lavoro, studio, sport, fatica, nervoso, stress, ansia e... computer.
Relax yourself, riassumerebbero gli inglesi.
"Un momento in cui ci si piega su se stessi per coccolarsi un po'", poetizza la Casati Modigliani.
Sono d'accordo sul senso etimologico e concordo in pieno sulla Concordia, quella che rischi di perdere con il mondo: gente -> troppa gente; bambini -> urla di bambini; animatori -> scocciatori; musica -> rumore a tutte le ore; balletto -> balletto in gruppetto; piscina -> ginnastica in piscina; palestra -> cibo post sforzo.


De gustibus non disputandum

Sono una pazza democratica e rispetto tutti; un giorno proverò anch'io una bella crociera, per confermare o contraddire quello che pensiamo io e la mia (amica) Sveva.
In ogni caso, quest'anno passo: mi ritirerò in Calabria sotto il solito ulivo, circondata da (in ordine sparso): cani, pomodori, gatti, basilico, mamma, cicche, fidanzato, sale, libri, mare e... tanti bei ricordi, che affiorano tutti gli anni nello stesso posto. Un bel paradosso, che conservo gelosa.
Tradizionalista, pigra, romantica, latinista estremista: tu chiamami come vuoi.
Io in vacanza stacco la spina per rifocillare la mente e (ac)coccolarmi su me stessa.
E sì: pure quella del PC.