Copywriter o web writer?

Due professioni ormai (con)fuse in un una.
Due persone idem come sopra.
Ma tu chi sei?
Forse ti conosco...


Hai una sola certezza: vuoi diventare un copywriter.
Ti siedi davanti al computer, con la tazza in una mano e una sigaretta nell'altra.
Non vuoi alzarti fin quando non avrai portato a termine la tua missione: cercare informazioni sul mestiere dei sogniProbabilmente non le troverai mai; e la tua diventerà una mission impossibleSo che è successo anche a te, perché stai leggendo questo post e perché ci sono passata anch'io.
Che dici, facciamo un po' di chiarezza?


Chi è il copywriter?

Un professionista, che scrive testi pubblicitari.

- Annunci stampa.

- Manifesti (posters).
- Script radio.
- Spot TV.
- Jingle.
- Volantini.
- Flyers.
- Cataloghi.
- Nomi per prodotti o produttori (naming).
- Copy strategy.
- Brief.
- White Papers.
- Comunicati stampa.
- Monografie istituzionali e di prodotto.
- Lettere di vendita.
- Istruzioni, informazioni scientifiche, manuali tecnici.
- Discorsi ufficiali per campagne di politici e imprenditori.
- ecc.

L'elenco spaventa; ma la pubblicità ha tanti argomenti quanti sono i settori di cui si occupa.

E il mondo della comunicazione come risponde?
Con altrettante specializzazoni nella scrittura:


  • Business writer: comunicazione interna/esterna dell'impresa.
  • Technical writer: redazione documenti tecnici e scientifici.
  • Adetto stampa: gestione delle pubbliche relazioni e dei rapporti con i media.
  • Political writer: propaganda di partiti e pianificazione discorsi pubblici.

Solo per citare alcuni esempi. Ecco da dove nasce la confusione: troppi nomi per definire un mestiere. Meglio focalizzarsi nell'ambito d'interesse.
Hai notato che non ho incluso nella lista il web writer?
Lui merita un capitolo a parte.


Chi è il web writer?

Un copywriter, che scrive anche testi per il web.

- Direct mail.
- Newsletter.
- Articoli on-line.
- Blog.
- Social-network.
- Post-cards.
- Banner.
- ecc.

Ho escluso dall'elenco la scrittura di siti internet (web content), compito di una persona specializzata: il content writer. C'è poi il cosiddetto Seo Copywriting: ricerca di parole chiave per il posizionamento delle pagine sui vari motori di ricerca (semplificando).
No dico... stiamo scherzando?
Se lo stai pensando, hai ragione: districarsi tra tag e meta-tag non è compito del copywriter.
Ecco da dove nasce la confusione sul Seo copywriting: un solo termine per definire due mestieri.

I dubbi nella tua testa sono:

  • è più importante scrivere bene o imparare il linguaggio informatico?
  • Ti puoi definire copywriter e/o web writer senza avere minime nozioni di SEO?

Entrambe le  risposte dipendono da un unica domanda: quella del mercato.
In linea di massima, vale la frase: più cose sai fare meglio è.
Esistono siti e blog, che ti possono aiutare a fare chiarezza sull'argomento; dai un' occhiata fra i miei followers di Twitter: chi cerca, trova.
Alla confusione sulla professione va sommata quella del cliente: spesso non sa cosa vuole.
Ti consiglio di fare esperienza sull'uso dei CMS più comuni e d'informarti sulla scrittura di contenuti per il posizionamento delle pagine web (studio dei titoli, descrizione, ripetizione parole chiave, link, indicizzazione delle immagini ecc.). Giusto per non restare a digiuno di qualsiasi nozione.
Il resto lascialo fare a chi se ne intende davvero.


Identikit del Copywriter ideale

"Non scrivere mai un annuncio che non vorresti fosse letto dalla tua famiglia. Non racconteresti bugie a tua moglie. Non raccontarle alla mia."

Questa frase del grande Ogilvy contiene la prima qualità del buon copywriter: l'etica professionale; seguono una serie di caratteristiche ideali:

- preparazione umanistica
- conoscenza approfondita di grammatica e sintassi
- padronanza dei vari stili di scrittura (retorico, narrativo, divulgativo, scientifico ecc.)
- attitudini creative
- intelligenza
- curiosità
- buon gusto
- conoscenza della società e delle parti che la compongono
- interpretazione dello spirito del tempo.

Naturalmente sto parlando di un copywriter perfetto.
Non possiedi tutte queste qualità?
Tranquillo: creativi si nasce, ma si può anche diventare.
L'importante è impegnarsi, informarsi e studiare.
Benvenuto nel duro mondo del comunicare.


Copywriter o web writer?

Ho detto che il web writer è un copywriter che scrive sul web. 
Vero è che oggi non si può essere uno, senza essere l'altro.
Con l'avvento di internet, il copywriter tradizionale ha "cambiato pelle" per trasformarsi in web writer: da un mondo fatto di carta, pubblicità, annunci stampa e brochures si è passati a computer, social network, siti internet e motori di ricerca. Il cambiamento è stato necessario totalizzante, tanto che il limite di competenze tra le due professioni è ormai labile (per non dire inesistente). Eppure scrivere sulla carta non è come scrivere sul web; ecco da dove nasce la confusione sul mestiere dei sogni: da che parte cominciare?


Io ti consiglio di studiare il copywriting tradizionale, per poi approdare sul web.
Se hai le basi nozionistiche, il percorso sarà in discesa.
In ogni caso, non considerare il web come una scorciatoia per arrivare al successo.

Certo è meno noioso scrivere sul blog, che studiare libri di grammatica italiana e di tecnica pubblicitaria: ma se vuoi diventare un vero copywriter, il passaggio è obbligato.


Tu cosa ne pensi?
La distinzione tra copywriter e web writer esiste?


Fonti:
Wikipedia - Enciclopedia On-line
Geppie de Liso - Creatività e pubblicità, 2010, pp.150-151
Marco Vecchia - Hapù, 2003, pp. 169-170
Immagine variata da:
simonedoineltumblr.com