Academy Awards e la banale storia di 'Oscar'

Cosa ti viene in mente se dico Oscar?
La statuetta hoollywoodiana o la faccia di un tuo amico?
Si tratta proprio di un nome proprio (?)
Scopriamo insieme perché.


Ogni anno a Los Angeles si tengono gli Academy Awards. Star internazionali sfilano sul red-carpet, per assistere alla consegna del premio più ambito: l'OscarE lui?
Appare solo un attimo, per sparire fino all'anno successivo. 

Cos'è Oscar?
Una statuetta rivestita d'oro alta 34 centimetri, compreso il podio su cui poggia.
Nella magica notte degli "angeli", Oscar è una semplice comparsa: appare strozzato fra le mani del vincitore, che lo bacia e lo agita per aria. Noi comuni mortali conosciamo il suo aspetto solo grazie a foto e riproduzioni plastiche.

Perché Oscar?
Il nomignolo "Oscar" diventa più popolare dell'originario Academy Award.
Ma come nasce?
Gli aneddoti a riguardo sono molti: ecco quelli più accreditati.

1. Lei si chiama  Margaret Herrick e fa la segretaria presso l'Academy Motion Pictures Arts e SciencesUn giorno vede la statuetta sullo scaffale e urla stupita: "Ma guarda un po', somiglia proprio a mio zio Oscar!".


2. Marylin Monroe lo reputa uno dei suoi migliori amici. Lui si chiama Sidney Skolsky, giornalista e produttore eclettico; sente la segretaria Margaret  paragonare la statuetta allo zio Oscar e diffonde la notizia sul giornale: "I dipendenti hanno affettuosamente nominato la statuetta Oscar".

3. Sempre lui, Sidney, è protagonista del terzo aneddoto etimologico.
Una mattina passeggia nervoso lungo i corridoi dell'Academy con un sigaro in bocca; rimasto a corto di tabacco, si rivolge all'omino e chiede: "Hai forse un sigaro, Oscar?"


4. Lei è un'attrice di talento, che vince il premio nel 1936 come miglior protagonista del film Dangerous (Paura d'amare). Si chiama Bette Davis e all'epoca è al suo primo matrimonio con Oscar Nelson; appena prende la statuetta fra le mani, esclama: "Ma che bell'omino!Sembra proprio mio marito Oscar".


L'infelicità di Oscar


Il patinato Oscar non ha un'espressione felice; eppure suscita tanta simpatia.
Merito del nomignolo o di ciò che rappresenta?
Io l'avrei preferito femmina, tanto per chiamarlo Lady Oscar...

Copywriter's input
Una brava copywriter ha usato la statuetta per veicolare un messaggio promozionale. Guarda il risultato above the line sul sito dell'agenzia Cookies Advertising.


Tu cosa ne pensi di questo naming? 

 
Fonti:
dael72.net
Immagini:
off-centerviews.blogspot.it
imdb.com
dierremag.com